Le Tribù
Italian
English

NURALI SAFARIS KENYA

LE TRIBU' DEL KENYA

CULTURA & STORIA



TRIBU' & CULTURA


Tre grandi gruppi, Bantu, Cushiti e Niloti, con 3 classi linguistiche differenti, hanno dato origine a gruppi minori e più specifici, le tribù, caratterizzate da diverse sfumature, identità nonché diversi dialetti.

In Kenya sono 52 le tribù ufficialmente riconosciute e proclamate, ma le diramazioni nei diversi popoli diventano molte di più. Il paese è abitato anche da minoranze arabe che si sono insediate sulle coste; altre minoranze sono costituite da europei e comunità cinesi.




BANTU


Arrivati in Kenya dall'Africa centrale, si sono divisi in tre gruppi a seconda dell’area di approdo.
I Bantu stanziatisi a Ovest del Lago Vittoria: Luhya, Kisii , Suba, Kuria, tutti questi, per differenziarsi dal ceppo che si trova più nel centro del Kenya, utilizzano il prefisso ‘Aba’, davanti al nome (AbaLuhya).

I Bantu dell’altopiano, sono i più numerosi e occupano alcune tra le terre più fertili del Paese : Kikuyu (la più popolosa), Kamba, Meru, Embu, Tharaka, Mbere. 

I Bantu della costa: Mijikenda, Taveta, Pokomo (fiume Tana), Taita e altri. 
Mijikenda o WaNyika è un nome comprensivo con cui si designano nove importanti gruppi etnici che vivono nell'entroterra costiero: Giriama, Digo, Duruma, Chonyi, Jibana, Ribe, Kambe, Rabai e i Kauma, per un totale complessivo di oltre un milione.
 
Il nome "bantu", nella maggior parte delle lingue del gruppo, significa "gente"

(-ntu indica una persona, e il prefisso ba- produce una forma plurale).

 

CUSHITI


Sono citati in tutte le Sacre Scritture come gli abitanti dell'Africa orientale e tracciano la loro discendenza fino a Cam, uno dei figli di Noè, per tramite del suo figlio maggiore Kush, scritto anche Cush.

Sono i Somali, Rendille, Galla o Oromo, Boni, Borana, Gabbra, Orma, Sakuye, El Molo, Burji, Dassenic. Rappresentano il 3% della popolazione, e vivono sul 14% del territorio, arido e semidesertico.



NILOTI PARANILOTI   


Rappresentano un terzo della popolazione keniota: Luo, Nandi, ElKeyo, Iteso, Kipsigi, Marakwet, Ogiek, Ndorobo, Pokot, Sabaot, Suk, Terik e Turkana.

Poi ci sono i pastori seminomadi, indipendenti di lingua Maa: Maasai ( Masai), Samburu,

Njemps e Ilchamus. Swahili: Bajuni (arcipelago di Lamu), Pate, Mvita, Vumba, Ozi, Fundi,

Siyu, Shela, Amu.

In Kenya ci sono anche altre etnie, tra cui 50.000 ca. Arabi (Oman, Yemen, Arabia Saudita); 100.000 ca. Asiatici (India, Punjab, Gujarat, Goan, Pakistan); 43.000 Europei, di cui circa il 15% ha preso la cittadinanza keniota.

MASAI O MASAAI


Sono un popolo nilotico che vive sugli altopiani intorno al confine fra Kenya e Tanzania.

Considerati spesso nomado semi-nomadi, sono in realtà tradizionalmente allevatori transumanti, e oggi spesso addirittura stanziali, soprattutto in Kenya.


La transizione a uno stile di vita stanziale si accompagna a quella dall'allevamento all'agricoltura come fonte primaria di sostentamento.

I masai parlano il "maa", da cui il nome dell'etnia che è da loro pronunciato "maasai".



KPSGA

Nurali Safaris Kenya


P.O. Box 5882

80200 - Malindi - Kenya

Email: info@nuralisafarikenya.com

Phone : +254 (0) 729 785307

Facebook
YouTube
Instagram
Google My Business
Linkedin
Mail

Copyright @ All Rights Reserved 2019

This website uses cookies. By continuing to use this site, you accept our use of cookies.

Learn more
Accept